Visualizzazione 3 post con tag jane austen Mostra tutti i post

Ragione e sentimento, Jane Austen

ragione e sentimento, jane austen

Classico senza tempo della letteratura “rosa”, Ragione e sentimento è la storia delle vicende sentimentali di due sorelle, Elinor e Marianne Dashwood. 

Le due sono l’una l’opposto dell’altra e sono la personificazione del contrasto espresso nel titolo del romanzo. Elinor infatti è una ragazza coscienziosa ed equilibrata, sempre attenta a cosa dire e a come comportarsi in famiglia e in società mentre Marianne si lascia guidare dal cuore più che dal cervello, agendo d’impulso senza preoccuparsi di come le malelingue potrebbero interpretare le sue azioni. 

Fin qua niente di speciale ma ovviamente il romanzo ha più livelli di lettura e quello romantico è solo il più frivolo e superficiale: è lo stile di Jane Austen a trasformare una storia banale in qualcosa di più.

Emma, Jane Austen

emma, jane austen

Emma Woodhouse, bella, brillante e ricca, con una casa accogliente e un buon carattere, sembrava unire alcune delle migliori benedizioni dell'esistenza; e aveva vissuto per quasi ventuno anni nel mondo con poco di cui angosciarsi o irritarsi.

Jane Austen, Emma, INCIPIT 

Inizialmente non avevo una buona opinione del romanzo, mi pareva un po’ banalotto e distante dalle mie solite letture. Per di più Emma è un personaggio irritante, suo padre pure e l’ipocrisia dell’ambiente mi faceva saltare i nervi! 

La Austen stessa, iniziando la stesura del libro, disse “Sto per descrivere un’eroina che non potrà piacere a nessuno, fuorché a me stessa!”. Insomma, già dall’incipit, in cui in Emma viene descritta come la perfezione in persona, capiamo il tono del romanzo!

Women Challenge #3

peek-a-book! women challenge

Solo oggi sono venuto a conoscenza di questa sfida lanciata nelle scorse settimane dal blog Peek a booK! e l’ho trovata subito interessante. 

Si tratta, in breve, di leggere qualche libro scritto da donne in più. 

Ci ho pensato un attimo, ho fatto mente locale, ho controllato sul mio profilo Goodreads e… sono rimasto un po’ deluso: tra i quasi cinquanta libri che ho letto nel 2014, solo tre sono stati scritti da donne. Si tratta di Suite francese e Legami di sangue, entrambi di Irène Némirovsky e Romanzo d’una signorina per bene di Anna Vertua Gentile. Il primo l’ho trovato meraviglioso (prossimamente vorrei anche recensirlo), il secondo un po’ meno ma non mi spiacque mentre del terzo non ricordo quasi nulla (e confesso di averlo letto solo perché sul Kindle Store era gratuito!)

Chi siamo

Foto Alessandro

Alessandro

Programmatore back-end, la lettura e la musica sono le mie passioni. Scrittori preferiti Saramago e Poe, in fissa con Pink Floyd, Opeth e iamthemorning.

Foto Elisa

Elisa

Fotografa per passione, adoro passeggiare in mezza alla natura con la mia reflex e scattare un sacco di foto a luoghi e paesaggi. Oltre che leggere ovviamente!

in lettura

la fabbrica del consenso - noam chomsky, edward s. herman

La fabbrica del consenso

Noam Chomsky, Edward S. Herman

(Alessandro)

la maledizione di ondine - valentina barbieri

La maledizione di Ondine

Valentina Barbieri

(Elisa)

Supportaci

Ti senti generoso/a? Offrici un caffè oppure fai i tuoi acquisti su Amazon partendo da un nostro link!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro.

di questo libro e degli altri è un blog e, come tale, i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.