Post con tag einaudi
Trilogia della città di K., Ágota Kristóf 13 febbraio 2018
Trilogia della città di K., Ágota Kristóf Acquista online

Ho divorato Trilogia della città di K. in una manciata di giorni, che libro! O, meglio, che libri! 

Il libro infatti è una raccolta di tre romanzi originariamente pubblicati separamente tra il 1986 e il 1991 e solo successivamente riuniti in un unico volume: Il grande quaderno, La prova e La terza menzogna (in Italia credo che i singoli volumi non siano mai arrivati.) 

Difficile dire quale sia il volume migliore, sono tutti stupendi e davvero molto particolari!

Pubblicato da Alessandro

La nausea, Jean-Paul Sartre 24 settembre 2016
La nausea, Jean-Paul Sartre Acquista online

La misantropia non è altro che una dissonanza necessaria all’armonia dell’insieme. 

Diario filosofico più che un vero e proprio romanzo, La nausea è stata una lettura un po’ pesante e faticosa, difficile da seguire a causa della difficoltà di delineare una vera e propria trama (da qui il tempo impiegato per leggerlo) ma, a livello di sensazioni e riflessioni, davvero molto interessante. 

La nausea. Tutti conosciamo questa fastidiosa sensazione, sintomo di una qualche indisposizione. Qui essa mantiene questo suo significato ma lo traspone a una dimensione superiore: è un malessere più psicologico che fisico, un malessere nei confronti dell’esistenza e del mondo, un disgusto per ciò che ci circonda e in cui siamo costretti a vivere.

Pubblicato da Alessandro

Collasso: come le società scelgono di morire o vivere, Jared Diamond 15 novembre 2015
Collasso: come le società scelgono di morire o vivere, Jared Diamond Acquista online

Oggi la gran parte di noi occidentali può permettersi di condurre un’esistenza piena di sprechi. Ma in questo modo dimentichiamo che le nostre condizioni sono soggette a fluttuazioni e che potremmo non essere in grado di anticipare quando il vento cambierà. A quel punto saremo ormai troppo abituati a uno stile di vita dispendioso, per cui le uniche vie d’uscita potranno essere una drastica riduzione del nostro tenore di vita o la bancarotta. 

Dopo aver studiato perché popoli di continenti diversi abbiano avuto tassi di sviluppo tanto differenti e come questo abbia influito sulla nascita delle società, Jared Diamond si è posto anche la domanda complementare: cosa provoca invece la morte di una società?

Pubblicato da Alessandro

Il giovane Holden, J.D. Salinger 29 marzo 2015
Il giovane Holden, J.D. Salinger Acquista online

«Sa le anatre che stanno in quello stagno vicino a Central Park South? Mi saprebbe dire per caso dove vanno le anatre quando il lago gela?» 

Ho finito di leggere Il giovane Holden da qualche giorno e sto facendo fatica a farmi un’idea precisa su questo libro. Per dire, non so ancora se mi sia piaciuto o meno! O meglio, la lettura è stata senz’altro piacevole ma arrivato alla fine mi ha lasciato un po’ così… 

Ne avevo sentito parlare gran bene praticamente da chiunque e così alla prima occasione, incuriosito, me lo sono procurato. Com’è logico immaginare le mie aspettative sul romanzo erano molto alte e la paura di non esserne all’altezza è stata una presenza costante anche durante la lettura.

Pubblicato da Alessandro

Armi, acciaio e malattie: breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni, Jared Diamond 1 marzo 2015
Armi, acciaio e malattie: breve storia del mondo negli ultimi tredicimila anni, Jared Diamond Acquista online

Perché la ricchezza e il potere sono distribuiti in questo modo? Perché, a esempio, gli aborigeni australiani non si sono messi a un certo punto a massacrare e conquistare gli europei o i giapponesi? 

Nelle scuole, salvo qualche eccezione, la storia è principalmente un elenco di date e avvenimenti in cui i fatti del passato vengono semplicemente raccontati anziché spiegati e le interrogazioni sono una semplice ripetizione a pappagallo della lezione precedente. Questo mi urta parecchio perché ritengo che lo studio della storia sia di fondamentale importanza per capire molti perché del mondo di oggi. A tale scopo il libro di Diamond può essere molto utile.

Pubblicato da Alessandro

Cristo si è fermato a Eboli, Carlo Levi 13 gennaio 2015
Cristo si è fermato a Eboli, Carlo Levi Acquista online

Eboli è una cittadina campana dove, una volta abbandonata la costa, terminano la strada e la ferrovia. Oltre, i desolati paesaggi lucani, il nulla, la fine della civiltà. 

Entrare nella Lucania di Cristo si è fermato a Eboli è come fare un salto indietro nel tempo, in un mondo fatto di misticismo e di magia in cui la vita è rigorosamente scandita dai ritmi della natura e influenzata dall’ignoranza e dalla superstizione. 

Carlo Levi fu arrestato nel 1935 per sospetta attività antifascista, condannato e quindi confinato prima a Grassano e poi ad Aliano, sperduto paesello lucano abbandonato al suo destino da uno Stato quasi completamente estraneo. Cristo si è fermato a Eboli è il resoconto di quei lunghi mesi di confino.

Pubblicato da Alessandro

Chi siamo

Alessandro

Programmatore back-end, la lettura e la musica sono le mie passioni.

Scrittori preferiti Saramago, Poe e P.K. Dick; ossessionato da Pink Floyd, Opeth, iamthemorning e Schammasch (e troppi altri!)

Visualizza profilo completo

Elisa

Fotografa per passione, adoro passeggiare in mezza alla natura con la mia reflex e scattare un sacco di foto a luoghi e paesaggi. Oltre che leggere ovviamente!

Visualizza profilo completo

In lettura

Alessandro

Elisa

Supportaci

Ti senti generoso/a?
Offrici un caffè oppure fai i tuoi acquisti su Amazon partendo da un nostro link affiliato!

Scopri di più

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge num. 62 del 7.03.2001.

I testi citati e le immagini pubblicate su questo blog sono copyright delle case editrici, degli autori e delle agenzie che ne detengono i diritti. La loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Tutti i contenuti devono intendersi unicamente come opinioni personali.

Informativa cookie