Seconda puntata di musicalmente tratto, rubrica dedicata a quelle canzoni ispirate ai miei libri preferiti :-) 

Il mondo nuovo di Huxley è uno di quei libri che mi ha fatto appassionare seriamente alla lettura e gli Iron Maiden sono uno dei miei gruppi preferiti: una loro canzone su questo romanzo non potevo ignorarla! 

Nella lunga discografia del gruppo (a oggi consta di quindici sedici album in studio) trovano spazio moltissime canzoni di ispirazione letteraria e oggi è il turno di Brave New World!

Il testo della canzone è un po’ criptico ma i riferimenti al libro e alla sua interpretazione ci sono e da bravo lettore li ho molto apprezzati. Musicalmente parlando poi mi è sempre piaciuto un sacco il contrasto tra la prima e la seconda strofa (su bring this savage back home), secondo me rende bene l’idea dello stacco tra il mondo nuovo e il mondo del “selvaggio” John. Altrettanto bella la strofa finale, musicalmente calma dopo quasi cinque minuti, immagine perfetta per l’epilogo del romanzo.

L’unica cosa che proprio non mi piace invece è il ritornello. Non tanto per la sua banalità (ché se ci si pensa un attimo, sotto sotto tanto banale non lo è) ma per il fatto di essere ripetuto un po’ troppo spesso (ripetere OTTO volte di fila A brave new world, in a brave new world… è questo che lo rende banale!) Purtroppo questo è un “problema” che ho riscontrato spesso nelle canzoni degli Iron Maiden, peccato…

informazioni