peek-a-book! women challenge

Solo oggi sono venuto a conoscenza di questa sfida lanciata nelle scorse settimane dal blog Peek a booK! e l’ho trovata subito interessante. 

Si tratta, in breve, di leggere qualche libro scritto da donne in più. 

Ci ho pensato un attimo, ho fatto mente locale, ho controllato sul mio profilo Goodreads e… sono rimasto un po’ deluso: tra i quasi cinquanta libri che ho letto nel 2014, solo tre sono stati scritti da donne. Si tratta di Suite francese e Legami di sangue, entrambi di Irène Némirovsky e Romanzo d’una signorina per bene di Anna Vertua Gentile. Il primo l’ho trovato meraviglioso (prossimamente vorrei anche recensirlo), il secondo un po’ meno ma non mi spiacque mentre del terzo non ricordo quasi nulla (e confesso di averlo letto solo perché sul Kindle Store era gratuito!)

Andando indietro con gli anni la situazione non è molto diversa: qualche insulso fantasy di non mi ricordo quale autrice sconosciuta, un libro di Agatha Christie (Dieci piccoli indiani, bellissimo) e poco altro. Questa sfida mi sembra quindi un ottimo incentivo per conoscere e approfondire qualche scrittrice in più!

Le regole fornite da Peek a booK! sono molto semplici:

  • chiunque può partecipare
  • non è necessario avere un blog per partecipare
  • valgono libri cartacei, ebook e audiolibri
  • valgono le riletture
  • si può iniziare in qualsiasi momento e dura per tutto il 2015

I dettagli comunque sono sulla pagina ufficiale della sfida.

Personalmente parteciperò partendo dal primo livello (cinque libri) e nel caso lo aggiusterò durante l’anno :-)

Tra i miei obiettivi ci sono sicuramente un paio di libri di Isabel Allende (che ruberò alla mia ragazza :D) ed Emma di Jane Austen (sul Kindle da qualche mese in realtà…) Poi non so, qualcosa di George Eliot forse. Ah, Frankenstein di Mary Shelley (che mi vergogno di ammettere di non aver ancora letto!)

Non ci sono premi, solo la soddisfazione di aver partecipato insieme a lettori e blogger di tutto il mondo a questa simpatica iniziativa. Buona fortuna!

ps: Le recensioni dei libri con cui partecipo alla sfida saranno contrassegnate dal tag “women challenge” :-)